Skip to content →

Router 4G: la tecnologia che viaggia veloce e gli aspetti legali

La tecnologia viaggia veloce e ogni giorno vediamo nuovi dispositivi entrare a far parte delle nostre case. Dispositivi che ormai si sono rilevati indispensabili e che sono necessari per il funzionamento di mille altre dispositivi. Quando senti parlare di router 4G devi sapere che parliamo di un dispositivo tecnologico grazie al quale una persona può collegare in modalità wireless per navigare. Sono dispositivi di ultima generazione e stanno diventando ormai indispensabili. Sono infatti sempre di più le aziende e le società che ci propongono dispositivi wireless e quindi anche questo router 4G sta per diventare un tassello importante da integrare alla nostra gamma di dispositivi tecnologici.

Come funziona il dispositivo router 4G?

Come saprai la rete di ultima generazione 4G è la più stabile mai esistita prima. Tutti i nostri dispositivi recenti dispongono della possibilità di navigare su questa rete e quindi di navigare su una connessione stabile e veloce. I router 4G permettono di sfruttare proprio questa navigazione anche in altre situazioni e non solo da smartphone. Consentono infatti la possibilità di navigare con Wi-Fi con qualsiasi dispositivo, ma permettono anche di collegare il cavo ethernet per chi non disponesse delle configurazioni necessarie o di dispositivi con un wireless funzionante. Puoi ad esempio collegare anche il tuo PC a questo dispositivo sia in modalità wireless, se dispone di questa possibilità, sia in modalità classica con cavo.

Come possiamo disporre del router 4G?

Il router 4G è perfetto per chiunque non voglia avere una linea fissa in casa ma ha la necessità di utilizzare internet magari per svago o per lavoro dal proprio appartamento. Potrai utilizzare il router inserendo al suo interno una scheda sim con abbonamento dati, ne esistono diverse tra cui scegliere e diversi gestori a cui affidarsi puoi sicuramente trovare il prodotto più idoneo a te e creare il piano su misura per le tue esigenze. Il router si collegherà ogni volta che lo accederemo in pochissimi secondi permettendoci subito di navigare in internet alla velocità della luce. I suoi punti a vantaggio sono sicuramente quello di non avere costi fissi, avere una connessione veloce e stabile e poter utilizzarla solo quando è necessario. Per i router 4G clicca qui è possibile trovarne tanti modelli diversi e con varie funzionalità puoi perciò trovare il prodotto più adatto a te.

Gli aspetti legali

Quello che preme in tal sede mettere in evidenza è tuttavia l’insieme delle regole che un router per funzionare deve rispettare onde evitare di violare la legge. Queste regole sono state previamente introdotte con la norma del GDPR introdotta un paio di anni fa. Nel corpo normativo sono state elencate le aree di interesse su cui in router deve basarsi per per essere considerato legalmente OK. Esse sono:

  • Protezione della connessione Internet attraverso router / firewall
  • Proteggi di tutti i dispositivi e dei software utilizzati in ambito aziendale (PC, tablet, telefoni)
  • Controllo dell’accesso ai vostri dati e servizi di rete quali computer e server
  • Protezione da virus e altri malware (prodotti hardware o software)
  • Aggiornamento costante dei dispositivi e del software quali ad es. i sistemi operativi o il firmware degli apparati.

Router Firewall e Conformità al GDPR

Come si evince dal succitato elenco applicare il GDPR vuol dire fare riferimento a regole molto ampie e prolisse che forniscono comunque indicazioni mirate sulla conformità. Sono regole che di solito vanno applicate alle apparecchiature IT e router / firewall.

Al di là del succitato elenco sarebbe opportuno considerare anche l’idea di porre in essere tutti i processi atti a garantire la messa in pratica di tutte le prescrizioni previste per legge. Più nel dettaglio bisogna utilizzare tutte le funzionalità di sicurezza fornite dalle apparecchiature IT, in particolare con il controllo degli accessi e utilizzando i metodi di protezione più efficaci garantiti dall’hardware e dal software.

Basta avere un semplice firewall? La risposta è no atteso che esso non garantisce in alcun modo la conformità ai disposti del GDPR. La sicurezza e le prescrizioni previste dal GDPR valgono allorquando il sistema si configura bene e impedisce che avvengano attacchi esterni non consentiti normalmente. In pratica ci vuole un sistema atto a proteggere le connessioni in ingresso e filtrare, eventualmente anche le connessioni in uscita a mezzo filtri di ispezione applicati su diversi layer. Tutto questo è possibile ovviamente solo se si attuano l’aggiornamento e il monitoraggio costante degli apparati.

Una semplice conformità dal punto di vista progettuale, ai dettami del GDPR da sola non basta. Ci vuole una garanzia solida, che di solito non viene esperita dai produttori do router, i quali dal loro canto garantiscono esclusivamente la specifiche progettuali dello stesso al fine di garantire la privacy. È questa una misura che andrebbe presa dunque con l’aiuto di esperti del settore che possano mettere al riparo il tuo router e il firewall da manomissioni esterne.

Cit.: ” https://www.normativaweb.it/1206/marketing-digitale/router-4g-la-tecnologia-che-viaggia-veloce-e-gli-aspetti-legali.html “

Published in Notizie