Skip to content →

Email di phishing con falso atto di citazione in tribunale allegato

La Polizia Postale segnala che è in atto una subdola campagna di phishing, per cui i criminali inviano false email apparentemente provenienti dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’adolescenza, invitando i destinatari ad aprire un allegato contenente un altrettanto falso atto di “Citazione in Tribunale”. Non aprite quella email!

Questa volta si rischia davvero di cadere nel tranello. Infatti, coloro che non hanno mai avuto a che fare con Tribunali e atti di citazione, vedendosi recapitare una siffatta comunicazione, potrebbero davvero credere di essere stati citati in giudizio.

La forma e il contenuto del falso atto di citazione sono piuttosto verosimili e realistici e ben si prestano ad ingannare l’ignara vittima che, con formule giudiziarie e vari riferimenti normativi, viene convinta di essere sottoposta ad indagini giudiziarie e indotta così a contattare i truffatori, per produrre fantomatiche “giustificazioni”.

In particolare, alla vittima vengono addebitati procedimenti legali a seguito di un sequestro informatico di Cyberinfiltration per Pedopornografia, Pedofilia, Esibizionismo, Cyberpornografia e Traffico sessuale.

Se dovesse capitare anche a voi di ricevere un’email con un allegato di questo tenore, vi preghiamo di segnalarlo immediatamente alla Polizia Postale.

Si tratta di un raggiro finalizzato a carpire dati personali, richiedere pagamenti non dovuti e/o infettare i dispositivi della vittima con pericolosi virus informatici. La Polizia Postale raccomanda di non dare alcun seguito a tali email, evitando di entrare in contatto con i truffatori ed astenendosi dal fornire i propri dati personali o dall’aprire qualunque tipo di allegato.

Cit.: ” https://turbolab.it/sicurezza-13/email-phishing-falso-atto-citazione-tribunale-allegato-3377 “

Published in Notizie